• cricchementali@gmail.com

Intervista a Geeko Editor

Intervista a Geeko Editor

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

Qualche giorno fa vi ho presentato la Geeko Editor, un salotto letterario nell’era del web 2.0, una realtà virtuale che man mano sta crescendo.
Geeko Editor è una startup nata dall’idea di Alba Grazioli, editor professionista, e sviluppata in collaborazione con Lidia Verdone, grafica, e Fabio Antinucci, responsabile della comunicazione.

Oggi ho il piacere di intervistare proprio loro, per conoscerli meglio e farci entrare nel mondo di Geeko Editor.
Alba come hai avuto l’idea che si è sviluppata poi in una startup?

L’idea di Geeko Editor è nata mentre studiavo lettere all’università. Da sempre appassionata lettrice e scrittrice, il mio sogno era lavorare in ambito editoriale, a contatto con autori e storie. Analizzando il panorama editoriale italiano, però, ho notato due realtà ben radicate e contrastanti: da una parte un’editoria tradizionale forte, solida sul mercato, ma poco aperta ai nuovi autori e al confronto con i lettori; mentre, dall’altra parte, tante piattaforme di autopubblicazione e iniziative di lettura e scrittura “dal basso”, che però rischiavano di perdersi nell’immensità della rete, senza trovare un adeguato “spazio” di promozione. Ho pensato che nello scenario editoriale italiano mancasse un luogo di incontro tra le diverse esigenze di lettori, editori e scrittori. Da lì mi è venuta l’idea: creare una casa editrice digitale che fosse in grado di garantire tutti i servizi “tradizionali” per i nuovi autori (confronto sul testo, editing, realizzazione di una veste grafica ad hoc e promozione del libro), ma che diventasse anche uno spazio di confronto e collaborazione tra autori, lettori e redazione. L’idea, inizialmente vaga, ha preso forma in un progetto ben definito, anche grazie al lavoro fatto insieme a Lidia e Fabio.

 

Dall’idea fino alla realizzazione del progetto, qual è stata la parte più complicata per voi?

 

Alba: Può sembrare paradossale, ma la parte più complicata per me è stata “dare voce” all’idea, cominciare a parlarne e a darle concretezza. Il mio ragazzo dice che in ogni progetto o percorso verso un obiettivo la cosa più difficile è “allacciarsi le scarpe”, esattamente come quando occorre decidersi ad uscire e affrontare una corsa; una volta trovata la volontà, si inizia a correre e non si ha più voglia di smettere. Trovo che sia una metafora calzante: anche nel mio caso, infatti, è stato difficile raccogliere il coraggio per iniziare a dare vita a questo progetto, ma una volta cominciato, la passione e la determinazione sono cresciute giorno dopo giorno, anche grazie al supporto e al continuo confronto con Fabio e Lidia, che hanno arricchito Geeko Editor con le loro idee e i loro punti di vista. Di momenti complicati da gestire ce ne sono stati e ce ne saranno, ma ho fiducia nel fatto che insieme riusciremo ad affrontarli a testa alta.
Lidia: Dando uno sguardo al passato ci sono stati diversi momenti critici, ma la fase di avvio del progetto è stata certamente tra le più impegnative. Abbiamo dovuto imparare tantissime cose in pochissimo tempo, molte delle quali, tra l’altro, affrontavamo per la primissima volta. Senza mai perderci d’animo, però, con tanta umiltà, studio e buona volontà siamo riusciti ad arginare ogni difficoltà!
Fabio: Io ero alla prima esperienza lavorativa seria per quel che riguarda la stesura di un piano comunicazione e di contenuti per i social, dunque per me la parte più dura è stata quella relativa a capire “come” poter svolgere al meglio la mia funzione, che era quella di raccontare la mission di Geeko Editor sul web e sui social. Quando poi ho visto che in effetti tutta una serie di idee che avevo messo in campo sono rivelate non dico “vincenti”, ma almeno interessanti per parte dei nostri utenti, sono rimasto davvero molto soddisfatto! Non me l’aspettavo!

 

Proponete un portale che si affaccia al mondo letterario, voi che rapporto avete con la lettura?

 

Alba: Non avrei mai avuto un’idea di questo tipo se la lettura non fosse una grandissima passione e una parte fondamentale della mia vita. Ho cominciato a leggere tantissimo fin da piccola: ho ancora nel cuore le storie di Roald Dahl, Gianni Rodari, Bianca Pitzorno, Diana Wynne Jones, Louisa May Alcott e di molti altri autori. Negli anni non ho mai smesso di leggere, facendomi guidare un po’ dalle mie passioni, un po’ dalle emozioni del momento, divorando sia i classici, sia le ultime uscite in libreria. Oggi amo leggere testi contemporanei, storie di donne, libri per l’infanzia, saggi, romanzi storici, letteratura della migrazione e postcoloniale (su cui mi sono laureata), ma mi piace anche esplorare diversi generi letterari. Nella mia borsa non può mai mancare un libro o il kindle!Quasi tutti i libri che ho letto mi hanno fornito nuovi spunti di lettura, nuovi interessi e nuove curiosità: ecco perché la mia lista di libri da leggere aumenta sempre invece di diminuire! Ma questo penso che sia il meraviglioso “problema” che hanno tutti gli amanti della lettura 🙂
Lidia: Naturalmente un rapporto d’amore, leggere è per me indispensabile quanto respirare. Leggo soprattutto romanzi, classici, contemporanei o di fantascienza, saggi e poesie. La sete di letture mi porta ad essere, però, piuttosto “disordinata”: spesso leggo più opere contemporaneamente, ne abbandono altre a metà e ne riprendo altre ancora dopo del tempo… insomma, seguo l’ispirazione del momento! 🙂
Fabio: Eh, tasto dolente. Non perché a me non piaccia leggere, anzi. La lettura è chiaramente fra i miei passatempi, adoro in particolare la narrativa di genere e sono un gran consumatore di fantasy, horror e fantascienza, per non parlare di fumetti (mi sono laureato con una tesi su una graphic novel, fai te due conti!). Tuttavia, faccio mea culpa, sono davvero lentissimo, raramente riesco a trovare tempo o forze (fra un lavoro e l’altro, sai…) per leggere più di due giorni di fila. Ci sto lavorando, però, giuro!

 

Ci troviamo in un periodo in cui nascono startup come funghi, ma pochi giovani arrivano ad avere un lavoro finito e che, soprattutto, sia innovativo e interessante. Come descrivereste il percorso che vi ha portato alla realizzazione di Geeko Editor?

 

Alba: Pieno di nuove scoperte e spunti di arricchimento. In questi mesi ho dovuto imparare tantissime cose (dall’economia al marketing, dalla grafica al web design… e non solo!) e ogni giorno è stata una sfida entusiasmante per la mia creatività e la mia voglia di concretizzare questo progetto. Sto anche avendo la possibilità di conoscere e confrontarmi con tante persone con cui condivido molti interessi, ma che hanno approcci e caratteri differenti rispetto al mio e questa è un’enorme occasione di arricchimento personale, nonché il terreno fertile per la crescita di nuove idee. Insomma: sono entusiasta delle opportunità che questo percorso mi sta facendo incontrare!
Lidia: Un meraviglioso percorso di crescita personale e professionale ricco di stimoli, confronti costruttivi e continue conoscenze attraverso il quale ho potuto riunire le mie due più grandi passioni, l’arte e la letteratura e farne le basi per il lavoro dei miei sogni!
Fabio: È stato un percorso molto bello e che mi ha aiutato a capire cosa volessi e potessi fare “da grande”: lo scrittore per il web, una professione non scontata e difficile. Sapevo che sarei andato a finire a fare quel lavoro, prima o poi, ma nella pratica, come dicevo prima, venivo da una concezione di comunicazione e informazione molto più giornalistica che non adatta ai social. All’epoca stavo seguendo altri progetti, e con Alba e Lidia ci siamo conosciuti grazie al mio blog personale sul quale scrivo riflessioni sia sulle mie opere di scrittura creativa che di critica cinematografica o televisiva; progetti sempre legati ai social, ma solo con Geeko Editor ho cominciato davvero a lavorare seriamente confrontandomi con delle cose che non avevo mai fatto. Per me poi collaborare è una doppia felicità, perché amo lavorare con il web e amo la letteratura!

 

Un autore ha la possibilità di pubblicare il proprio libro in ebook dopo l’approvazione della redazione e della community di lettori. Quali sono i servizi che offrite per la realizzazione effettiva dell’ebook? Sono a pagamento?

 

Alba: Siamo contrari al principio dell’editoria a pagamento: il nostro progetto vuole essere un’alternativa a questa pratica editoriale, attraverso il coinvolgimento del pubblico di lettori nella scelta delle opere che vorrebbero pubblicate e che acquisterebbero. Per questo motivo la pubblicazione degli e-book sarà gratuita per tutti gli autori, ai quali sarà corrisposta una percentuale sulle vendite per i diritti d’autore. Per noi sono importanti anche la “qualità” degli e-book pubblicati e il confronto costante con gli autori: ecco perché ci occuperemo dell’editing, della correzione delle bozze, dell’impaginazione, del confezionamento della veste grafica e della promozione sui nostri canali. Oltre a questo, forniremo anche altri servizi, a pagamento, riservati non solo ai nostri autori, come organizzazione di eventi di promozione dal vivo, progettazione di campagne di comunicazione, copywriting per blog e social, realizzazioni grafiche e valutazioni editoriali.

 

Come immaginate questa realtà tra tre anni?

 

Alba: Immagino Geeko Editor come un luogo culturale digitale affermato, ricco di fermenti, iniziative e persone che contribuiscono ad alimentare lo scambio culturale. Non la immagino come una realtà statica, ma in continuo mutamento, capace di dare sempre nuove opportunità e in grado di rinnovarsi anche sulla base delle esigenze dei lettori e degli scrittori che faranno parte della community,.
Lidia: La immagino come una realtà ormai avviata e ben consolidata, un portale di riferimento per tanti lettori e scrittori. Personalmente, poi, mi vedo all’opera su qualche copertina grafica, tra un ritocco e l’altro al sito e con sempre mille nuove idee per migliorare e far crescere sempre più la nostra Geeko Editor.
Fabio: Lo immagino come un tassello fondamentale del mio progetto di vita, realizzato con fatica e molta incertezza, ma ricco di soddisfazioni. Voglio assolutamente lavorare nel campo della narrativa e dello storytelling, e questo progetto editoriale, che in qualche modo permette di lavorare su un contesto complesso e pieno di spunti creativi come i bookblog o i forum, mi sta facendo crescere sia come addetto comunicazione che come scrittore. Un giorno, se potessi scegliere davvero in quale comparto specifico lavorare, non avrei dubbi: sceglierei di vivere così, portando avanti questo progetto.

Link per scoprire il mondo di Geeko Editor:

-il nostro sito (www.geekoeditor.it);

-la nostra pagina Facebook (www.facebook.com/GeekoEditor/?fref=ts).

 

Cosa ne pensate? Vi ha incuriosito? 🙂

Stefania Siano

Stefania Siano è autrice di libri fantasy e blogger di “Cricche mentali di un’aspirante scrittrice”(www.stefaniasiano.com), uno spazio web in cui tratta di libri e collabora con varie case editrici tra cui Rizzoli, Bompiani e DeA. È laureata in conservazione e restauro dei beni culturali, ma le sue passioni sono la scrittura e la lettura. Nel 2011 vince il suo primo concorso letterario con il racconto il Dott. A-Z e nel 2015 esce il libro d’esordio “Dov’è Alice?” con Lettere Animate Editore. Nel 2017 auto-pubblica il primo racconto della serie fantasy orientale “Aki il Bakeneko” e nel 2019 segue la pubblicazione urban fantasy de "La maledizione di Solarius" con Plesio Editore. Le copertine e le illustrazioni dei suoi lavori sono realizzati dalla sorella illustratrice Paola Siano. Le pubblicazioni: -2019 - La maledizione di Solarius edito da Plesio Editore -2017 - Aki il Bakeneko autopubblicato (https://amzn.to/2CPbGiE) -2015 - Dov'è Alice? edito da Lettere Animate (https://amzn.to/2Wn9fN2)

Invia il messaggio

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.