Novità in arrivo da Fazi Editore

In libreria dall’11 gennaio
La fattoria dei gelsomini
Elizabeth Von Arnim 
Lady Daisy e la figlia Terry hanno invitato alcuni ospiti illustri a trascorrere il fine settimana nella loro dimora di campagna. Fa un caldo insopportabile, le interazioni obbligate alla lunga sfiancano e il colpo di grazia per i malcapitati è il dolce all’uva spina, che provoca imbarazzanti malesseri più o meno a tutti. Mr Topham e il fascinoso Andrew trovano rifugio in una lunga partita a scacchi, che si protrae fino a notte inoltrata, quando tutti sono già a letto. E allora com’è possibile che Terry, il mattino dopo, sappia chi ha vinto? I sospetti di adulterio della giovane moglie di Andrew diventano certezza, e a questo punto non resta che mettere a punto la vendetta…

In libreria dal 18 gennaio
Lev Tolstoj

Scritto nel 1859, La felicità domestica è l’unico romanzo in cui Tolstoj narra in prima persona adottando il punto di vista femminile. Racconta il matrimonio tra la diciassettenne Mashechka e Sergey Mikhaylych, un amico di famiglia. Ben presto però la ragazza scopre che la vita coniugale e i propri sentimenti nei confronti del marito sono molto più complessi di quanto immaginasse e hanno ben poco a che fare con le nozioni di “vita matrimoniale” che le erano state insegnate da bambina. Con grande finezza e con una prospettiva molto moderna, il romanzo affronta il tema delle incomprensioni, dei difficili equilibri di coppia, delle incrinature sempre più profonde dei rapporti coniugali e di come esse sfocino nel distacco e nell’indifferenza reciproca.

In libreria dal 25 gennaio

Per duemila anni

Mihail Sebastian
Romania, anni Venti. L’antisemitismo sta avanzando. Il protagonista, un ebreo studente presso l’Università di Bucarest, insieme ai suoi colleghi correligionari subisce quotidianamente angherie e soprusi. Attraverso il suo vissuto quotidiano e le conversazioni con chi gli sta accanto – il determinato marxista S.T. Haim, il sionista Sami Winkler o il carismatico professor Ghiță Blidaru –, cerca di dare un senso a un mondo che sta cambiando e all’oscurità che sta calando sul suo paese e minaccia di distruggerlo. Un documento inestimabile e un racconto doloroso su uno dei periodi più cupi della storia europea. Un drammatico Bildungsroman in cui la travagliata maturazione del protagonista si chiude alla vigilia di un tragico bagno di sangue.

In libreria dal 25 gennaio
Nestor Burma deve scoprire l’assassino di Bob Colomer, suo socio all’agenzia investigativa Fiat Lux. C’è la guerra, Burma è appena tornato dal campo di prigionia e vede per caso Colomer davanti alla stazione di Perrache. Proprio quando i due si riconoscono e stanno per incontrarsi dopo tanto tempo, Colomer cade a terra, freddato da un colpo di pistola. Prima di morire riesce però a sussurrare all’amico un indirizzo: 120, rue de la Gare. Lo stesso che Burma aveva sentito ripetere all’ospedale militare da un prigioniero colpito da amnesia. Sulla scena del delitto c’è una ragazza armata. È lei l’assassina?

In libreria dal 1° febbraio
La manutenzione dei sensi 
Franco Faggiani
Una riflessione sul labile confine che divide la normalità dalla diversità, e dal genio. Un romanzo sul cambiamento, sulla paternità e sulla giovinezza, in cui padre e figlio ritroveranno la loro più vera dimensione solo a contatto con la natura, riappropriandosi di valori come la bellezza.
Un libro che trabocca di umanità e sensibilità autentiche, delicato e terapeutico come una passeggiata in montagna.

 

 

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *