• cricchementali@gmail.com

Intervista a Marco Mazzanti

Intervista a Marco Mazzanti

Marco MazzantiPresentati.
Mi chiamo Marco Mazzanti, vivo, studio e lavoro a Roma. Sono timido, ma tendo a sciogliermi e quando mi apro risulto, dicono, anche assai divertente e simpatico.

Come è nata la passione per la scrittura?
È nata come un bisogno che ancora adesso non so spiegare. Rispetto a quanto accade alla maggior parte di chi scrive, la scrittura, più passano gli anni, diventa per me “organica” e intima. Per un periodo ho anche preso in considerazione di non pubblicare più (chi mi obbliga, del resto?), poi è arrivata la proposta da parte di Le Mezzelane Casa Editrice, ho accettato e ho sentito la giusta spinta a continuare e, quindi, a mettermi in gioco.

Qual è il tuo stile?
La parola spetta a chi legge.

Il genere letterario che preferisci di più?
La narrativa di ambientazione contemporanea, in particolare la narrativa che analizza problemi sociali o globali della nostra epoca; il realismo magico; ho poi una predilezione per la fantascienza filosofica. Solaris, di Stanisław Lem, tanto per citare un celeberrimo esempio.

Quale genere letterario non ti piace?
I romanzi rosa. Direi inoltre i gialli di stampo classico, ma fondamentalmente è un pregiudizio, me ne rendo conto; in realtà dipende molto da come un libro è scritto, se mi prende, se lo stile mi piace, se i personaggi sono vivi e accattivanti. Stesso discorso per un romanzo rosa 😉 O per qualsiasi altra opera di qualsiasi altro genere.

Come nascono le tue storie?
Nascono a volte come rielaborazione fantasiosa di frammenti di vita personale, nascono ancor più spesso da emozioni, da riflessioni, da suggestioni, e poi di nuovo da emozioni.

In genere ti immedesimi nei tuoi personaggi?
Sì, mi immedesimo, o meglio li ascolto, parlo con loro, mi affeziono a loro, ma non sempre mi rispecchio nei loro comportamenti e modi di pensare. Loro hanno la loro vita, io la mia.

Come è nata la tua ultima opera?
Due anni fa Michela Zanarella mi propose di scrivere una raccolta di poesie. È venuto fuori un libroRagazzi di carta Autore: Marco Mazzanti - segnalazione - Stefania Siano che raccoglie poesie e racconti. Il racconto lungo, nella seconda parte, chiude il cerchio. Si tratta di un romanzo, nel suo complesso.

Stai lavorando a qualche altro libro?
Diciamo che sto ascoltando e sto parlando con dei nuovi personaggi 😉

Il tuo sogno?
Vivere una vita semplice, fatta di un lavoro che mi dia la giusta stabilità economica, insieme agli amici e agli affetti. Il resto è tutto materialità, a parer mio.

Grazie, Stefania, per questa intervista.

Contatti: http://lemezzelane.altervista.org/index.html
http://ragazzidicarta.jimdo.com/
https://www.facebook.com/Ragazzi-di-carta-1256227714422306/?fref=ts

Link acquisto: Amazon

Stefania Siano

Blogger di "Cricche mentali di un'aspirante scrittrice", un piccolo spazio web dove essere informati sulle nuove uscite delle case editrici, sulle segnalazioni degli autori italiani e sulle mie recensioni (www.stefaniasiano.com) Non sono una giornalista e neanche una critica letteraria, sono semplicemente una ragazza che ama leggere e adora il mondo letterario. Il mio sogno nel cassetto? Pubblicare le mie storie fantasy e appassionare tanti lettori. Le mie pubblicazioni: 2017 - Aki il Bakeneko autopubblicato (http://www.stefaniasiano.com/aki-il-bakeneko/) 2015 - Dov'è Alice? edito da Lettere Animate (http://www.stefaniasiano.com/dove-alice/)

Invia il messaggio