• cricchementali@gmail.com

Archivio dei tag Recensione Criccosa

Recensione: Contrabbandieri d’amore di Laura Costantini e Loredana Falcone

Recensioni criccose - Stefania Siano Official

Contrabbandieri d'amore Autore: Laura Costantini e Loredana Falcone - Lubri nuove uscite di settembre- Stefania SianoTitolo: Contrabbandieri d’amore
Autore: Laura Costantini e Loredana Falcone
Editore: HarperCollins Italia
Genere: Storico
Link acquisto: HarperCollins

Sinossi: Napoli-New York, 1920 – Per Cecilia la felicità è poca cosa e si riassume nel sorriso del fratello Eugenio, appena tornato dalla guerra sano e salvo. E proprio per non deluderlo si lascia convincere a lasciare Napoli e i vicoli di sezione Mercato dove sono nati per inseguire un sogno di riscatto a New York. Ma ciò che trovano nella grande città americana sembra ricalcare la vita di stenti e amarezze che hanno patito entrambi fino a quel momento e Cecilia non ci sta. Non ha scambiato la povertà di Napoli con quella di New York, lei ora il sogno americano lo vuole davvero assaporare, vuole toccare con mano la promessa di felicità che ha visto scolpita nella Statua della Libertà e letto negli occhi di Sidney, il marinaio irlandese che le fa battere forte il cuore. E così decide per se stessa, per la prima volta nella vita. Eugenio trema dalla rabbia pensando che quell’America tanto sognata fino a quel momento gli ha dato solo dispiaceri. Perfino Cecilia lo ha abbandonato. Ma lui non è arrivato fin lì per arrendersi e, se c’è solo un modo per emergere dal marciume della povertà, ebbene lui imboccherà quella strada, anche se questo dovesse significare sporcarsi le mani. D’altra parte tutti in quella città sembrano invischiati in attività poco lecite, perfino Lisbeth Temperley, la bella irlandese che gestisce uno degli speakeasy più in voga di Broadway, e che lui, ogni notte, sogna… In un paese dove l’alcol è diventato merce di contrabbando, Eugenio e Cecilia giungono portando qualcosa di ancora più inebriante e proibito: l’amore, quello con la A maiuscola.Due fratelli, un sogno, una città dalle mille sfaccettature.

divisore

Passione, pazzia, azione e musica.
Tra la Napoli e la New York dei bellissimi anni ’20 conosciamo i fratelli napoletani Cecilia e Eugenio, entrambi con il sogno di cambiare la loro vita in meglio, scappando dai vicoli poveri della vecchia città borbonica per partire alla volta dell’America, una terra colma di promesse e possibilità. Durante il viaggio Cecilia cattura l’attenzione e la curiosità del fiero ed elegante marinaio Sidney che non smette di avere un occhio di riguardo per lei, arrivando a farle avere un lavoro ben pagato una volta sbarcati in America. Eugenio non vede di buon occhio il giovane uomo e mette in guardia la sorella, ricordandole di non cedere alle attenzioni di uno sconosciuto, per giunta non napoletano, o avrebbe fatto la fine della loro madre che altri non era che una povera donna che si concedeva alle attenzioni degli uomini per sopravvivere alla povertà. D’altro canto, Eugenio viene catturato dall’ammaliante Lisbeth, datrice di lavoro di Cecilia e grande amica di Sidney.

Napoli, 1920.
La felicità è poca cosa, pensò Cecilia. Due soldi di pummarola, una manciata di maccheroni, una spolverata di cacio. E la presenza di Eugenio a tavola. Suo fratello era tornato da un ospedale militare del nord e lei aveva dato fondo alle sue risorse nel tentativo di restituirgli il sorriso che la guerra gli aveva tolto.

Contrabbandieri d’amore è un romance storico ambientato negli anni venti, pieno di azione e adrenalina. Scopriamo ogni sfaccettatura dell’amore: quello folle, quello passionale, l’amore romantico e quello carnale. I personaggi sono ben caratterizzati e delineati nella trama. 
Cecilia è una donna che deve capire cosa vuole dalla vita e la sua mente e il suo cuore sono divisi tra il bel Sidney, che le promette amore e un futuro migliore, e il fratello Eugenio, che pretende che lei si unisca in matrimonio con un napoletano e che segua la via della giusta e devota moglie di famiglia. 
Eugenio assume il ruolo di padre, madre e fratello nei confronti della sorella e ci tiene che venga rispettata e che non segua le orme della madre. 
Lisbeth è una donna di mondo che ha sofferto molto, ma che ha anche tanto coraggio, forse più di tutti gli uomini che compaiono nel romanzo. Comprende i sentimenti combattuti della povera Cecilia che è folgorata dal sentimento che prova per il suo amico.
Sidney è il tipico marinaio don giovanni, che ama le donne e bere, ma la sua vita viene stravolta dalla semplicità e dalla spigliatezza della napoletana. 
La trama si alterna con i punti di vista dei quattro personaggi permettendo al lettore di entrare subito in sintonia con ognuno di essi. Per quanto riguarda lo stile di scrittura le autrici hanno optato di inserire solo delle parole chiavi in napoletano, cosa che ho reputato intelligente e corretta perchè non tutti possono amare una lettura con gran parte dei dialoghi scritti in dialetto, in questo modo hanno reso “agibile” il testo a tutti i lettori.
Altro punto che ho apprezzato tantissimo è che la storia non si sofferma solo e unicamente sui sentimenti dei protagonisti, ma si districa in una trama d’azione per i loschi commerci e le sparatorie tra fazioni opposte.
Contrabbandieri d’amore è una storia coinvolgente che trascina in un uragano di sensazioni e sentimenti fin dalle prime parole, facendo conoscere la dolce e povera Napoli, fino alla spietata e avventurosa  New York dove nulla ha mai fine.

stelle 5

Recensione: Luolo di Elisabetta Morandi

LUOLo di Elisabetta Morandi. Titolo: Luolo
Autore: Elisabetta Morandi
Editore: Edicolors
Link acquisto: Amazon

Sinossi: Luolo è un piccolo fantasma, dolce, simpatico ma terribilmente fifone. È così pauroso da essere terrorizzato perfino dalla propria immagine. Per sua fortuna s’imbatte in un vecchio gufo reale, che decide, con l’aiuto del vecchio spettro Leopold, di aiutarlo a diventare un fantasma come si deve.
Una storia di amicizia e di crescita interiore che aiuta i bambini a superare le paure della loro infanzia.

 

 


Recensioni criccose

«Ascolta, lenzuolo, anche se una vita da fantasma non corrisponde alle tue aspirazioni, SEI un fantasma. Quindi mettiti il cuore in pace e vivi la tua vita da fantasma! Ti dirò di più: nella vita, ricordalo, vale sempre la pena di fare le cose per bene; quelle che ti piacciono, perché così te le godi al meglio e quelle che non ti piacciono, perché se le fai bene non dovrai rifarle».

Con questa delicata citazione vi presento il gufo reale Orlando, con lui inizia l’avventura e la crescita del piccolo e adorabile Luolo, un fantasma che rinnega la sua natura perchè odia spaventare la gente. Luolo si presenta con un visino imbronciato e con un lenzuolo tutto nero e rovinato, il burbero, ma saggio Orlando decide di aiutarlo a diventare un vero fantasma e lo conduce dalla dolce Camilla, un’umana sensibile e dal cuore tenero che rimette a nuovo il piccolo fantasma. Nella storia compare anche l’esperto e vecchio amico del gufo reale, Leopold, un fantasma che ne ha passate tante e che assume il ruolo di “insegnate di spavento” per il protagonista della storia.
Questi sono solo alcuni personaggi che incontra Luolo, il quale trasporta il lettore in una storia dolce e ovattata, ma che nasconde tanti messaggi che sono motivo di crescita e di istruzione per un bambino e per un adulto sono un ottimo promemoria.
La scrittura di Elisabetta Morandi è delicata e scorrevole, adatta a un pubblico di qualsiasi età, il tutto accompagnato dalle stupende illustrazioni di Ronny Gazzola. Graficamente il libro è realizzato molto bene, la copertina bianca fa spiccare il protagonista e cattura subito lo sguardo del lettore, i disegni sono ben rappresentati, ricchi di colori che toccano le tonalità scure, in più, una piccola chicca che ho adorato è la presenza di un piccolo Luolo sotto a ogni numerazione di pagina. 
Tuffatevi nella lettura e innamoratevi del fantasma più adorabile del mondo.
Un libro che parla di amicizia, di ottimismo e di speranza; una storia che insegna che la vita è molto più di quello che sembra.

stelle 5